Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie. Per maggiori informazioni su come escludersi dalla raccolta dati, leggere questa pagina.

  • CHIEDI UN CONSULTO ORTOPEDICO  ON LINE
     
    CERCA  TRA I CONSULTI  GIA' FORNITI
     
    LEGGI  TUTTI I CONSULTI
     
    CERCA  UNA PAROLA NEL GLOSSARIO
     
    CERCA UN AMBULATORIO 
  •  

     

    ASSOCIAZIONE PER I MEDICI ACCUSATI DI MALPRACTICE INGIUSTAMENTE - A.M.A.M.I. 
    Vai al sito 

     

     

    LA RMN NON SERVE A NIENTE SENZA LA VISITA SPECIALISTICA

    Leggi subito QUI

     

     

    ERNIA DEL DISCO

    Intervista alla Radio  del 20/2/2014

    Clicca QUI

     

     

    DOLORE, NON TI SOPPORTO PIU'!

    Lo dice la Legge 38/2010

    Clicca QUI 

     

     
  •  

     

Busto semirigido

Salve,mia madre ha avuto una frattura D6,non e' stata operata in quanto ha vecchi crolli multipli,ha portato per 4 mesi un busto a tre punti.mi e' stato detto che ora può mettere un semirigido tipo spinale plus.ho acquistato lo spinale plus ma..ho visto che rientra tra i busti rigidi.ho forse sbagliato?mamma dovra' portare il busto a vita e volevo un consiglio da voi.grazie!

Purtroppo non è possibile esprimere un parere su un quadro clinico sconosciuto solo leggendo la sua descrizione. Ci sono alcuni elementi che impediscono ancor più la comprensione del problema, come la posizione alta della D6, ma anche l'impossibilità di conoscere le condizioni generali del rachide e di sapere se e come la frattura è consolidata. Lo spinal plus può essere indicato, ma per saperlo bisogna conoscere i disturbi della signor e aver visto le rx. La cosa più utile è consultare un ortopedico, meglio se esperto in chirurgia vertebrale e se è quello che ha seguito sua mamma nel trattamento della D6. Mi dispiace di non poterla aiutare, ma per dare un consiglio occorre aver visitato la paziente e aver visto le radiografie del rachide dorsale e lombare.