Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie. Per maggiori informazioni su come escludersi dalla raccolta dati, leggere questa pagina.

  • CHIEDI UN CONSULTO ORTOPEDICO  ON LINE
     
    CERCA  TRA I CONSULTI  GIA' FORNITI
     
    LEGGI  TUTTI I CONSULTI
     
    CERCA  UNA PAROLA NEL GLOSSARIO
     
    PRENOTA UNA VISITA
  •  
    ASSOCIAZIONE PER I MEDICI ACCUSATI DI MALPRACTICE INGIUSTAMENTE - A.M.A.M.I. 
    Vai al sito 

     

    LA RMN NON SERVE A NIENTE SENZA LA VISITA SPECIALISTICA

    Leggi subito QUI

     

    ERNIA DEL DISCO

    Intervista alla Radio  del 20/2/2014

    Clicca QUI

     

    DOLORE, NON TI SOPPORTO PIU'!

    Lo dice la Legge 38/2010

    Clicca QUI 

     

    IL TUO MEDICO È DAVVERO UN MEDICO?  E IL DENTISTA? 

    nella sezione "Links" oppure clicca QUI

     _________________________
     
  • Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
    Verifica qui.

  •  

    Protected by Copyscape Web Plagiarism Detector

  • Push 2 Check

Tunnel carpale?

Egregio Dottore, approfitto di questo servizio per dirle il mio problema. Da 4-5 mesi sento delle formiche soprattutto nella mano destra. Le sento soprattutto di notte, tanto che mi sveglio. La mia dottoressa mi ha fatto fare i raggi al collo ed è uscito che ho la cervicale, per cui lei dice che è colpa sua. Una mia amica invece dice che ha avuto anche lei questi disturbi e dice che è il tunnel carpale. Cosa devo fare? ci sono esami o cure per far diminuire questo fastidio? Grazie


Gentile Signora, in effetti le parestesie (=formicolìo) alle mani possono originare dalla irritazione di una radice nervosa a partenza dal rachide cervicale, ma bisogna però anche escludere la possibilità che si tratti della sindroma del tunnel carpale; questo si fa con apposite manovre e con un esame, l'elettromiografia, che accerta il livello della compressione del nervo e la gravità. Spesso la soluzione è chirurgica, con un intervento che si esegue in Day Surgery (=torna a casa lo stesso giorno dell'intervento) e in anestesia locale. Può leggere qui un approfondimento sulla sindrome del tunnel carpale. Le consiglio quindi una visita ortopedica per una valutazione diretta